Combattere la crisi? Si Grazie!


La storia (a lieto fine) di una Ditta Artigiana di Montevarchi

Dallo spettro del fallimento alla rinascita.

Ogni giorno per lavoro mi imbatto in storie di ogni genere.

Ognuna importante, non ve ne sono di serie A o B. Avendo a che fare per il 90% con piccole ditte, spesso Artigiani, il confine tra privato e professionale non esiste: da laboratori con annessa sala giochi per i figli, ad uffici con l’odore della pasta al pomodoro durante l’ora di pranzo. Può sembrare curioso e divertente, ma questa per l’80% è l’Italia e raffigura noi Italiani.

Era il mese di Febbraio, la Ditta TecnoPosa Valdarno è composta da tre Soci. Tutti ragazzi giovani, sulla trentina. Si occupano di cartongesso.

Ora apro un piccola riflessione. Dal 2008 la crisi ha dimezzato il settore Edile, moltissime ditte hanno chiuso, altre hanno rivisto gli organici, insomma, è stato uno dei settori più colpiti. Tutto ciò che con l’indotto edile prima “viveva” di conseguenza ha fatto la stessa fine.

Immaginate i ragazzi di Tecnoposa con il cartongesso. Non solo- e qui cercate di avere buon senso-questi amici sono Albanesi. Vivono da vent’anni qua in Italia, ma come loro stessi hanno candidamente affermato, spesso questa loro origine li ha penalizzati. Crisi dell’edilizia e questione razziale.Si può stare peggio di cosi?

Litigi, accuse reciproche, tensioni, nervosismo…le ultime settimane sono state un inferno, e la soluzione era chiudere. Stop. I tre Soci stavano perdendo feeling e Tecnoposa Valdarno sarebbe rimasto un sogno spento dalla crisi.

Tra le mille cose che avrebbero voluto fare se le cose fossero andate bene c’era il sito. Quando si fa di solito un sito web? Quando le cose vanno bene, ci sono un po di soldini da spendere allora si può fare l’investimento. SBAGLIATO! Il sito va fatto a monte di tutto. Il sito è il veicolo con il quale vi farete conoscere e quindi lavorerete.

Hanno giocato il tutto per tutto. Sapete quale frase ho usato con Eduart-l’amministratore di Tecnoposa? “ Scusa Eduart, hai in mano un telefonino da 500€, non sarebbe meglio investire questi soldi in qualcosa che ti faccia guadagnarne 5.000?”

Eduart decise di fare il sito con scetticismo e la paura di fare un investimento ormai inutile. Ma pagando relativamente poco, un po’ al mese, l’investimento era sostenibile.

Siamo a Febbraio. Oggi Siamo a Novembre. Tecnoposa Valdarno ha ricevuto circa 1500 visite, con 4000 pagine visitate, hanno fatto una ventina di preventivi con un 30% a buon fine e altri in attesa di risposta. Li seguiamo nell’aggiornare la loro gallery con foto di nuovi lavori, hanno iniziato a lavorare per clienti grossi, e ad oggi 12 Novembre 2015 hanno acquistato un altro furgone e hanno assunto un ragazzo a lavorare con loro. In pratica, facendo conti molto grossolani, quelli della lavandaia per capirsi, hanno investito una cifra pari ad un caffè al giorno e hanno avuto un ritorno come se ne avessero ricevuti 79. Fate voi la percentuale di guadagno.

Questo caso-studio, storia umana se volete, non nasce da bacchette magiche, il fatto che con i ragazzi di Tecnoposa ci sia stato questo risultato nasce nell’avere vissuto in maniera empatica questi mesi, è normale e allo stesso tempo naturale per noi costruire il sito web partendo dal cliente di tecnoposa e non da tecnoposa. Ho dato il meglio della mia Consulenza, come sempre faccio e questi sono i risultati. Non è fanatascienza, solo buona volontà e fiducia. Noi di Easy Web ci formiamo, studiamo(spendiamo MIGLIAIA di euro all’anno in Corsi di Formazione) e questo ci consente di dare un prodotto giusto per ciò che è il tuo lavoro e la sfera che lo circonda. Dandoci fiducia i risultati arrivano. E’ scientifico. Altrimenti non daremmo GARANZIA. Se siamo i soli, un motivo ci sarà.

Tecnoposa lavora, va come un treno, affrontano problemi di altro genere adesso, tipo: “ come organizzare un cantiere” o “quando andare da quel cliente a fare il sopraluogo” ecc… Naturalmente non finisce qua, la nostra collaborazione è costante, gli aggiornamenti, il marketing continuano, come continua la vita della vostra ditta o Impresa. Un sito è come la vetrina del vostro negozio, di certo a Dicembre non avrete esposta la merce che indossiamo in Agosto, giusto?

Eduart mi ha rilasciato questa testimonianza, a riprova di quanto scritto , qualora ce ne fosse bisogno, ecco a voi:

Eduart – Titolare Tecnoposa

Verso febbraio 2015 eravamo una società che faceva fatica a lavorare e trovare nuovi clienti.

Davamo la colpa alla crisi. Poi abbiamo conosciuto Sforazzini e i ragazzi che si occupano dei siti.

All’inizio eravamo un po’ diffidenti perché non sapevamo nulla di internet ma i ragazzi ci hanno dimostrato professionalità, onestà e trasparenza.

Ci hanno seguito e sono stati veloci ed efficienti nel costruire il sito giusto per noi.

Una volta fatto il sito abbiamo notato che il lavoro iniziava ad aumentare, sempre più gente nuova chiamava per fare domande e preventivi.

Nel giro di poche settimane, grazie ad un pò di Marketing giusto, cosa che hanno seguito i ragazzi di Easy Web, il sito veniva visto e di conseguenza venivamo chiamati per preventivi e sopralluoghi.

Siamo tre Soci, le discussioni e tensioni adesso sono finite, anziché di lagnarci della crisi siamo a risolvere problemi di altro genere, tipo: come fare per organizzare al meglio i cantieri.

Abbiamo assunto un ragazzo e abbiamo comprato un nuovo furgone.

Insomma nel giro di un anno neanche stiamo vivendo una condizione totalmente differente a qualche mese fa.

I ragazzi di Easy Web ci consigliano passo dopo passo come orientare l’immagine e come tenere clienti e contatti sempre aggiornati, non peccano in Professionalità e Puntualità. Luca dal punto di vista tecnico è impeccabile e Tiziano, il Consulente, ogni qualvolta lo contattiamo non lascia trascorrere venti minuti che già ha risolto il nostro problema, per lui non esistono domeniche o orari d’ufficio.

Abbiamo fatto qualcosa che funziona. Il miglior investimento possibile.

Grazie dell’aiuto e del supporto…rimanete accanto a noi più a lungo possibile!

http://www.tecnoposavaldarno.it/

Se vuoi lasciare la crisi alle tue spalle, fai come i ragazzi di Tecnoposa Valdarno. Scoprirai che bastano poche semplici mosse. Basta chiederlo a chi sa farlo!

Tiziano Bennici

Post In Evidenza

Post Recenti